venerdì 16 settembre 2016

I bastoncini non sono tutti uguali

Il Nordic Walking si fa con i bastoncini. Ho accennato in precedenza (cfr. Cos'è il Nordic Walking?) al modo di utilizzo di questi strumenti: servono per produrre una spinta nella direzione della marcia, sono sostanzialmente due zampe in più per il nostro cammino. Facevo anche un accenno al bastoncino da trekking, che ha un utilizzo generalmente differente, perché progettato per una spinta in salita, verticale, su terreni non sempre facilissimi. Credo che sia utile specificare un po' meglio cos'è il bastoncino da Nordic Walking, in modo da acquistarlo senza errori.

Il modo migliore per spiegare la differenza tra i due tipi di bastoncini è mostrarli. Ho scelto delle immagini con bastoncini telescopici, anche se ne esistono anche a misura fissa, perché probabilmente sono i più comuni.

Un bastoncino da trekking
Qui a sinistra c'è un bastoncino da trekking. Le sue caratteristiche principali puntano sulla resistenza e sulla robustezza, ha un'impugnatura ergonomica e un lacciolo che avvolge il polso. Questo permette di poggiare a terra la mano in caso di caduta. Il bastoncino da trekking è pensato per essere impugnato costantemente, per aiutare durante la salita.

Un bastoncino da Nordic Walking
Qui a destra c'è invece un bastoncino da Nordic Walking. Caratteristica principale di questo bastoncino è la leggerezza, chi lo usa non deve quasi accorgersi di averlo. L'impugnatura è liscia e sottile e il lacciolo avvolge l'intera mano, che rimane molto vicino all'impugnatura stessa anche se aperta completamente. Il bastoncino da Nordic Walking è pensato per favorire l'apertura e la chiusura della mano durante il movimento, è poco adatto a percorsi accidentati perché in caso di caduta il lacciolo impedisce di appoggiare la mano a terra, aggravando la situazione. Infatti il Nordic Walking si pratica in piano e su percorsi poco accidentati. Il lacciolo ha anche un meccanismo di sgancio per poterlo separare dal bastoncino, che può essere molto utile. Il caso tipico è l'arrivo di una telefonata durante un'uscita in gruppo: se il bastoncino si può sganciare è molto più facile e sicuro cercare il cellulare e rispondere al telefono piuttosto che tenendolo agganciato e roteandolo contro i compagni.

Oltre questi, esistono vari tipi di bastoncini (piegati, a forma di bastone da passeggio, molleggiati...), variazioni sul tema che mi vedono un po' perplesso ad essere sincero. Un bastoncino piegato in modo tale da puntarlo sempre inclinato anche se si piega il braccio a novanta gradi sicuramente aiuta ad avere grip e a muoversi agevolmente, ma non ha gli stessi vantaggi sulla salute di un movimento fatto bene.

Brescia, 16 settembre 2016